Intervista ad Alessio Capomasi, Technical Manager di Steel Meccanica

01.07.2020

 

Come si diventa Project Manager? Alessio raccontaci la tua storia professionale?

  • Tanta passione e dedizione al lavoro che si svolge
  • Mettersi sempre in discussione
  • Non sentirsi mai arrivati e appagati
  • Un bel bagaglio di esperienza
  • Avere fiducia nei propri mezzi e negli altri
  • Non dare mai nulla per scontato


Sin dall'infanzia e nell'età adolescenziale la meccanica mi ha sempre affascinato. Ho scelto di frequentare una scuola tecnica indirizzo meccanica, dove mi sono sempre più appassionato nelle materie di disegno tecnico, meccanica, tecnologie di lavorazioni, matematica e fisica. Nel 1999 appena diplomato ho iniziato subito a lavorare come fresatore per 10 mesi in un'azienda di stampi per lamiera, lavoro che mi ha dato parecchie soddisfazioni, ma il mio sogno era quello di diventare un progettista. A seguire mentre prestavo servizio di leva civile presso una delle associazioni del posto per 10 mesi, grazie alla disponibilità dell'azienda a seguito di una mia richiesta ho avuto il permesso di passare del tempo in ufficio tecnico, eseguendo anche dei piccoli compiti. Finito il servizio civile l'azienda ha voluto assumermi come impiegato tecnico, non vi dico la mia contentezza. Correva l'anno 2000 e da li ho iniziato con piccoli progetti fino ad arrivare a progetti sempre più complicati. In quell'azienda sono stato fino al 2011, in 11 anni ho eseguito tanti progetti, ho avuto l'opportunità di collaudare stampi all'interno e direttamente dal cliente. Qui è cresciuta davvero molta la mia esperienza perché potevo verificare in pratica ciò che avevo disegnato e apportare sempre miglioramenti nei progetti successivi. Ho avuto la possibilità nel relazionarmi con i clienti e con i fornitori, assemblare stampi e fare esperienza su quasi tutte le macchine utensili dell'azienda.

Nel 2011 ho scelto di vivere un'altra esperienza e di cambiare azienda. Non è stato semplice ripartire da zero e non sapere se un giorno sarei ritornato ad essere stimato come lo ero nell'esperienza passata. Riparto da zero, io la mia passione, i miei stimoli e il mio bagaglio di esperienza. Dimostrare quello che vali ai titolari e ai collaboratori ogni giorno non è stato facile, ma dopo 10 anni della mia nuova avventura sento fiducia dei titolari e dei colleghi nei miei confronti, che cerco di ripagare ogni giorno dando tutto me stesso.

Non posso che ringraziare con tutto il cuore tutte le persone che hanno creduto in me.

Che caratteristiche/competenze bisogna avere?

La 1° regola è cercare di soddisfare sempre al meglio il cliente, proponendo sempre soluzioni migliorative oltre alle loro aspettative

  • Passione
  • Fiducia in se stessi e negli altri
  • Tanta dedizione e disponibilità
  • Capire quali sono le problematiche + importanti e meno importanti a cui si devono dare priorità
  • Avere rispetto delle persone
  • Serietà e costanza, il comportamento deve essere un esempio
  • Immedesimarsi nel prossimo cercando di stimolarlo
  • Rimettersi in gioco ad ogni progetto
  • Condividere con il team i risultati
  • Utilizzare le risorse nel modo più opportuno
  • Scegliere dei fornitori che possano aiutarti anche in questioni tecniche oltre alla fornitura di prodotti di qualità
  • Massima trasparenza e umiltà con i clienti, collaboratori e fornitori
  • Una continua ricerca di miglioramento a livello produttivo di risorse umane e non
  • Aggiornarsi su nuove tecniche, materiali ecc....
  • Capacità di ripianificare i progetti giornalmente
  • Abilità nella risoluzione delle problematiche
  • Un'attenta e continua verifica del carico di lavoro dei vari reparti

Avere sempre sotto controllo le tempistiche di consegna x organizzare tutto di conseguenza e centrare gli obiettivi e i target qualitativi richiesti

Chi ti richiede solitamente consulenza?

  • Prima di tutto i clienti, i quali si aspettano di ricevere risposte immediate che tecnicamente risolvano i loro problemi e qualcosa in più oltre alle loro aspettative
  • I collaboratori ai quali cerco di trasmettere ciò che ho imparato negli anni

Secondo la tua opinione, una conoscenza sia del mondo economico che del mondo delle materie prime potrebbero garantire una migliore efficienza e gestione del prodotto finale?

  • Sicuramente aggiornarsi sul mondo economico vuol dire capire e condividere con i propri titolari la politica aziendale da adottare, per non trovarsi esclusi negli anni.
  • La conoscenza delle materie prime e dei relativi trattamenti termici penso che sia un'arma in più per dare migliori risposte ai propri clienti, costruendo attrezzature di migliori qualità e nello stesso tempo contenendo i costi. Ti permette di dare nuove soluzioni ai clienti su nuove attrezzature e su interventi di manutenzioni.

In Italia viene sempre più a mancare la figura del Project Manager specializzato: come è possibile secondo te sopperire a questa mancanza?

Secondo me è un percorso che deve iniziare già durante la frequentazione delle scuole tecniche, attraverso stage e rapporti con aziende locali. Concluso il periodo scolastico l'inserimento nelle aziende deve iniziare dalle più semplici mansioni fino alle più complicate con l'affiancamento di persone con esperienza. Il Project Manager specializzato deve avere una buona conoscenza di tutti i reparti produttivi, in modo da saper valutare le attività, le problematiche, tempi e costi.

Quali sono le skill e le capacità che ti hanno aiutato nella gestione dei progetti?

  • L'esperienza fatta
  • Ogni nuovo progetto va affrontato e sviluppato sempre con il massimo impegno
  • Cercare di trovare soluzioni che possano soddisfare oltre le aspettative il cliente
  • La buona collaborazione con i colleghi interni ed esterni
  • Gestire al meglio le risorse
  • Pianificare al meglio le attività per raggiungere i livelli qualitativi e le tempistiche richieste
  • Rendersi conto che il successo del lavoro svolto è opera di tutto il team e che va apprezzato
  • Cercare di affidare compiti che stimoli anche la persona

Cosa consigli a una persona che sta facendo un percorso per diventare Project Manager?

  • Prima di tutto di capire bene il settore che lo appassiona
  • di mettersi sempre in discussione
  • caparbietà
  • dedizione
  • non sentirsi mai arrivato
  • non sottovalutare mai il lavoro degli altri